Il caso Siria: quando pochi chilometro fanno la differenza PDF Stampa E-mail
Martedì 26 Aprile 2011 19:10
Ho io sono sordo, oppure gli altri sono ciechi. O forse due pesi e due misure non è un atteggiamento riservato ai politici di professione e ai governi. In pochi giorn, 300 persone o forse di più, hanno perso la vita in Siria. Chiedevano pane, libertà e riforme, ed hanno ricevuto pallottole e cannonate. Fin qui mi sembra quasi tutto "normale". La gente chiede libertà e i dittatori rispondono con il fuoco. La cosa che mi sembra molto meno "normale" è il silenzio della società civile, il mutismo dei pacifisti, la mancata reazione adeguata di chi si proclama difensore dei diritti umani. Bastavano pochi morti a qualche centinaio di chilometri più in là, per esempio a Gaza, per vedere molti scendere in piazza e protestare. A chi oggi tace davanti al massacro di cittadini inermi siriani, chiedo perché anche voi utilizzate due pesi e due misure, un atteggiamento che nel passato  avete tanto criticato?
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna